Questo sito non utilizza cookie di terze parti.Vengono usati solo cookies tecnici interni. Nessun dato di profilazione o di navigazione viene ceduto a terzi o utilizzato. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Navegratis.it specialisti in viaggi. Preventivi online - Vacanze con NAVE GRATIS per Sardegna, Sicilia, Corsica - Agenzia Viaggi Viterbo

Una Barcellona alternativa

Barcellona è una città che richiama, a ragione, milioni di turisti ogni anno e registra moltissimi repeter.

Io sono tra questi ultimi; sono sempre felice di tornare in questa città meravigliosa e cerco di farlo spesso.

Se anche voi siete come me e avete ormai visto decine di volte le zone artisticamente più interessanti di Barcellona e avete voglia di qualcosa di diverso, un tour che vi consiglio è quello che dalla città vi porterà a conoscere le zone in cui si produce il Cava, il famoso spumante spagnolo.

Semplicemente usufruendo dei servizi pubblici, oppure guidando la vostra auto, in circa un’ora di viaggio, potrete raggiungere Sant Sadurní d'Anoia.  Qui avrete solo l’imbarazzo della scelta su quale cantina visitare!

Io sono stata da Freixent, l’azienda vinicola nata nel 1861 e nota in tutto il mondo per il suo spumante. Una simpatica guida ci ha condotto attraverso le vaste cantine, illustrandoci tutti i processi della vinificazione. Molto divertente la risalita in superficie fatta con un trenino. La degustazione finale è stata davvero ben organizzata, quindi è un posto che vi consiglio.

Uscita dalla degustazione, sono partita alla volta del comune di Santa Coloma de Cervelló dove sorge la Colonia Guell, un sito relativamente poco conosciuto ma che vi assicuro vale la pena di visitare.

La colonia fu voluta dal signor Guell per ospitare gli operai della sua fabbrica tessile: una forma di paternalismo industriale assai diffusa all’epoca. Basti pensare alla città di Ivrea per Olivetti o a Valdagno per Marzotto.

Il lavoro fu commissionato a Gaudì e ai suoi collaboratori. Il grande maestro si dedicò in particolare alla cappella, usandola come palestra per il progetto che lo ossessionava: la Sagrada Familia. La cappella è diventata così il simbolo della sua sperimentazione e dell’arditezza dei suoi progetti. Purtroppo Gaudì riuscì a completare solo la cripta, perché alla morte di Guell il progetto fu abbandonato.

Giunta la sera, sono tornata a Barcellona. La giornata trascorsa tra cantine e arte è stata davvero appagante.

Vi aspetto qui sul sito di navegratis.it oppure all’agenzia di Viterbo per condividere altre avventure!

Trova la tua vacanza con nave gratis